.
Annunci online

31 marzo 2013
I grandi ladri

 

 

Scriveva Brecht : "Sull'ingiustizia piccola non v'accanite: presto/ da sè, nel proprio gelo, verrà estinta/ Meditate la tenebra e l'inverno/ di questa valle percorsa dal pianto/ Su, in campo, contro i grandi ladri/ e tutti quanti batteteli e subito/ Viene da loro la tenebra e l'inverno/ per loro è questa valle sempre in pianto"

Brecht lo scriveva allora, ma è proprio vero che "la storia insegna ma non ha scolari": ad esempio una delle strategie delle dittature (di destra) è additare un capro espiatorio per stornare la attenzione dai veri problemi. Nel 29 per incanalare e strumentalizzare la  disperazione sociale    prodotta dalla crisi del grande capitale furono  additati come capro espiatorio gli ebrei (e naturalmente i comunisti), si disse che era colpa loro e il seguito è noto. Anche adesso, per deviare la giusta rabbia sociale non si dice certo che la crisi è del grande capitale finanziario, provocata dalle banche, che si fa pagare all'Europa-e ai suoi paesi più esposti- la crisi della speculazione finanziaria americana, no, si dice che la colpa è-ancora una volta- dei partiti, del sistema democratico, e segnatamente del partito democratico (ma guarda il caso) e di Bersani...e grazie a chi ha alimentato strumentalmente questo inganno (come Grillo) e a chi ci ha creduto, abbiamo bloccato l'unica possibilità che avevamo di cambiamento, e veniamo riconsegnati guarda il caso alle banche, ai loro rappresentanti. Voilà.




permalink | inviato da maribarb il 31/3/2013 alle 17:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia aprile        novembre